Ricette old

Informazioni sulla coltivazione del tartufo bianco d'Alba

Contatti
Coltivazione Tartufo è un'associazione che offre la propria specializzazione nel settore tartufo per offrire assistenza a coloro che intendono coltivarlo, seguendo l'associato in ogni fase del processo, iniziando dalla preparazione del terreno, la messa a dimora delle piante simbionti da essa prodotte e la cura del loro sviluppo fino ad arrivare alla raccolta e alla commercializzazione del prodotto ottenuto, ritirandolo con pagamento in contanti.

Tartufaie realizzabili in ogni tipo di terreno

Prodotti pregiati come il tartufo bianco d'Alba, il tartufo nero di Norcia, il tartufo nero di Acqualagna e loro sottospecie sono fra i più apprezzati in Italia e all'estero. Il loro gusto e la qualità cambiano a seconda delle caratteristiche del terreno e delle piante simbionti ad essi accostate, per questo è importante eseguire delle analisi accurate del suolo prima di decidere il tipo di tartufo che si intende coltivare.
Le analisi chimiche del terreno permettono anche di capire qual è la specie di pianta simbionte – in genere si tratta di piante boschive tipiche della macchia mediterranea – che può adattarsi alla futura tartufaia.
Altri fattori importanti per la buona riuscita della coltivazione sono il terreno che offre opportunità di successo, permettendo la crescita del tartufo anche se è marginale, in pendenza o sassoso, e il clima.
Il territorio italiano pone pochi limiti alla coltivazione del tartufo, escluse le spiagge, le zone paludose, le cime dei monti perché troppo aride e le zone poste a oltre mille metri sul livello del mare, può crescere ovunque.
Il tartufo è un genere alimentare sempre più richiesto, guardando, ad esempio, il successo riportato dalle coltivazioni di tartufo bianco d'Alba, del tartufo nero di Norcia e di quello di Acqualagna, si evidenziano enormi possibilità di guadagno e questo è uno dei motivi per cui prendere in considerazione un investimento in questo campo.
Gli esperti tartuficoltori sono a tua disposizione per fornirti consulenze gratuite e per mostrarti la facilità di coltivazione del tartufo.  

I primi passi da compiere per avviare una tartufaia

La coltivazione del tartufo è un'attività ormai consolidata e coloro che intendono avviare questo tipo di impresa possono contare sull'esperienza di Coltivazione Tartufo ottenendo una valida collaborazione e informazioni aggiornate e di alto livello professionale.
Prima di prendere qualsiasi decisione sull'impianto della tartufaia, bisogna verificare se il terreno che si possiede è adatto alla produzione del tartufo. Se nella zona già cresce spontaneamente è già un vantaggio. 
I tartufi possono essere più o meno pregiati, l'impianto di coltivazione va realizzato in base alle esigenze della specie che si vuole ottenere e solo le analisi del terreno possono indicare se quella prescelta trova le condizioni adatte per crescere in quel luogo.
Se i risultati dell'analisi mostrano che il terreno è compatibile con il tipo di tartufo che si vuole coltivare si può passare alla fase successiva: la preparazione del terreno.
Fra i parametri da prendere in considerazione vi sono il tipo di coltivazione effettuata in precedenza, lo stato attuale del terreno, le precedenti concimazioni, la disponibilità dell'acqua.
Se vuoi ricevere dei chiarimenti iniziali o se hai già le idee chiare sull'opportunità di effettuare un investimento nella coltivazione del tartufo, contattaci per ricevere una consulenza gratuita da un nostro collaboratore esperto tartuficoltore, che risponderà a tutte le tue domande.
Per informazioni sul tartufo bianco d'Alba, chiama l'azienda e chiedi consiglio agli esperti in sede
Contatti
Share by: